Archivio Cavall_scrivendo 2010

/Archivio Cavall_scrivendo 2010
Archivio Cavall_scrivendo 2010 2017-09-22T16:04:30+00:00

Cavall_scrivendo 2010

Archivio

Gennaio
 
Essere amati da un cavallo,
o da un qualsiasi animale,
dovrebbe riempirci di timore reverenziale
perché non ce lo siamo meritati.

Mario C. Garrety

Febbraio
 
Essere cavaliere era sinonimo
di conoscenza educazione,
rispetto, gentilezza e sopravvivenza,
ed il cavallo era un compagno
essenziale e prezioso.
 
Anna Paganini
Equitazione Sentimentale N 1 2006 pag 9
Marzo
 
“…ritengo che lo studio
sia l’unica via per far ottenere
ai cavalieri attuali la possibilità di esserlo
in modo consapevole
e sufficiente e non
far danni a sé stessi
e ai propri compagni d’avventura”
 
Giancarlo Mazzoleni
“ Equitazione sentimentale  N1 2006 pag 4
Aprile
 
Le qualità sentimentali della mano
“…la riuscita di questa dipende da due cose,
dal dono fatto dalla natura
di un fatto più o meno raffinato
e dal serio applicatio nostro studio
dalla sensazione della nostra propria mano
 con quella della bocca del cavallo
che è quanto dire,
sui rapporti dell’appoggio…
quegli che con attenta applicazione
arriva ad equilibrare le due sensazioni
coglie il più prezioso frutto dell’arte”
 
Sgefano Arcellazzi
“ Lezioni di cavallerizza” 1813 pp73-74
Maggio
 
Sapevo che il mio cavallo
Aveva in sé
Un qualche demone.
Bastava, del resto,
guardarlo con attenzione
per accorgersene.
 
Elsa Morante
Giugno
 
L’uomo conosce le malattie del cavallo
E il cavallo non conosce quelle dell’uomo,
ma il cavallo conosce
assai meglio la psiche dell’uomo
che non l’uomo quella del cavallo.

 Federico Tesio 

Luglio
 
“…calmo,
in avanti,
diritto e
leggero”

Generale L’Hotte

Agosto
 
Ammoniva Caprilli
“ Mettiamoci in mente
Che quando un cavallo oppone difficoltà,
è irrequieto,
pianta o si difende,
ciò fa quasi sempre per sottrarsi
a un dolore che gli procura
l’azione del cavaliere
o per tema di esso”

                                                           Federico Caprilli

Settembre
 
“ Se vi dico di fare attenzione
A un certo cavallo perché morde,
calcia o prende la mano,
è sicuro che questo si verificherà
perché voi avete tradotto
la vostra inquietudine
in una serie di atteggiamenti del corpo,
segnali che il cavallo
non avrà alcuna difficoltà a interpretare”

                         l’etologa Marthe Kiley-Worthington

Ottobre
 
“ Il cavallo è,  come noi,
un animale sociale.
Anche lui per sicurezza,
equilibrio mentale e.
secondo alcuni recenti studi,
sentimenti di autostima
sono strettamente dipendenti
dal senso di appartenenza al proprio branco,
del quale anche noi umani siamo parte,
e dalla conoscenza e dal rispetto delle
regole in esso operanti.”

                                                                       Maria Lucia Galli

Novembre
 
Sia per l’animale che per l’uomo,
ciò che troppo spesso e
con eccessiva superficialità
e faciloneria attribuiamo
a cattivo carattere e
a una non meglio definita aggressività,
non deriva altri che dalla cicatrice,
mai interamente rimarginata,
di un’antica sofferenza subita.”

                                                                        Maria Lucia Galli

Dicembre
 
La vita come un gioco
“Tuttavia il sapere degli animali (cavallo n.d.r.)
È come quello degli uomini:
la natura insegna loro quasi tutto,
ma vi aggiunge anche l’apporto dell’istruzione,
che essi apprendono gli uni dagli altri,
o come abbiamo detto,
dagli uomini.”

                                                                      Porfirio il Tiro

Cavall_in_arte                                                  Cavall_scrivendo