Chi siamo

/Chi siamo
Chi siamo 2017-09-22T16:04:28+00:00
Il Gruppo Attacchi Valle d’Aosta nasce nel luglio 1994 e si configura giuridicamente come associazione sportiva dilettantistica senza scopo di lucro; sin dalla sua fondazione è affiliato alla FISE (Federazione Italiana Sport Equestri).

STORIA

AVVIAMENTO

 

In Valle d’Aosta è stata la prima associazione che ha dato vita ad attività articolate volte alla promozione e diffusione degli attacchi (insieme di cavalli, carrozze e finimenti), infatti, nei primi anni sono state organizzate sfilate di carrozze d’epoca, concorsi agonistici di attacchi nazionali ed internazionali, oltre alla realizzazione di corsi pratico/teorici di avviamento alla disciplina specifica. Nel 2008 viene aperta la nuova sede nell’ Appennino Modenese.

Grolla d'oro - Aosta 1994

Equitazione di base

L’attività mirata all’avviamento dell’equitazione di base è un’area a cui viene prestata particolare attenzione, infatti, i molteplici moduli proposti consentono di avvicinare al mondo equestre neofiti con età che spazia dai 4 ai 99 anni.
Le proposte si articolano dal “Battesimo della sella” all’attività “Ludo-Pony”, dagli interventi nelle scuole (in orario curriculare) alle attività ludico/addestrative ed integrate con altre discipline (orienteering, mountain-bike, passeggiate naturalistiche, ecc.), per giungere, infine, sino all’ampio contesto del turismo scolastico.

I Conduttori sono Tecnici ed Istruttori che si occupano da parecchi anni di formazione collaborando, tra l’altro, quali docenti con Enti pubblici e privati con l’intento di formare figure professionali del settore.

 

AGONISMO

TURISMO EQUESTRE

Dopo il periodo iniziale, caratterizzato dall’attenzione quasi esclusiva agli attacchi, l’associazione ha ampliato la propria area operativa addentrandosi nel settore agonistico e promuovendo attività formative nell’ambito delle “discipline olimpiche” quali: salto ostacoli, dressage e completo; parallelamente l’attività si è estesa anche alle “discipline non olimpiche” come l’endurance e la branchia agonistica degli attacchi. L’impegno profuso ha prodotto, tramite i propri atleti, un palmares di tutto rispetto con la conquista di parecchi titoli regionali e nazionali.

 

Ambito nel quale sono state investite parecchie risorse che hanno consentito di identificare, nel territorio valdostano, circa 2000 km di percorsi praticabili con equini e altrettanti nell’Appennino modenese.
E’ possibile effettuare semplici passeggiate di una o più ore, sino alla realizzazione di “viaggi a cavallo” che spaziano da una a sei giornate.
Gli itinerari proposti sono molteplici e variegati, sia per il contesto ambientale che per i temi toccati (storia, cultura, tradizioni, enogastronomia, ecc.). Le Guide e Accompagnatori dell’associazione possono proporre tragitti di facile percorrenza su strade poderali e sentieri con modeste pendenze, tracciati più impegnativi che si spingono in quota e, infine, proporre escursioni specifiche dell’Equitazione di Montagna.
Buona parte delle esperienze proposte sono fruibili in tutte le stagioni dell’anno.

 

TURISMO EQUESTRE IN CARROZZA

PROMOZIONE E COMUNICAZIONE

Il turismo equestre in carrozza è un’attività peculiare del sodalizio, consente di avvicinare al mondo del cavallo tutti coloro che hanno timore di salire in sella e chi, per vari motivi, non può praticare l’equitazione “montata”. Affrontare una passeggiata in carrozza significa immergersi in itinerari di rara bellezza e dall’alto valore naturalistico, esperienza fruibile da coppie, piccoli e grandi gruppi. Su richiesta vengono realizzati moduli personalizzati e attività specifiche.

Il G.A.V.A.-A.M., da sempre particolarmente sensibile agli aspetti comunicativi e promozionali, ha realizzato alcuni documentari che, acquisiti dalla RAI, sono stati irradiati in maniera totale e/o parziale in alcune rubriche didattiche e turistiche. Ha inoltre prodotto dei CD e DVD tematici relativi alle iniziative più significative intraprese nel turismo equestre, attacchi, formazione, attività sportiva e ludico/addestrativa. E’ presente costantemente sui media nazionali di settore e, in generale, sulla stampa locale e nazionale. Ha preso parte ripetutamente a trasmissioni radiofoniche e televisive sui maggiori network nazionali con l’intento di promuovere la Valle d’Aosta , l’Appennino Modenese e l’equitazione in genere.

METODO E.C.

FIGURE PROFESSIONALI

(Emozioni e Comunicazione)

Approccio metodologico codificato negli anni che pone al centro ed in primo piano, nella pratica equestre, gli attori protagonisti coinvolti nelle esperienze con particolare attenzione agli aspetti comunicativi, relazionali ed emotivi.
Anni si esperienze, studi, ricerche e verifiche hanno portato all’elaborazione del Sistema di Equitazione secondo il Metodo EC strutturando codici di riferimento, elaborazioni e strumenti inter-trans-disciplinari e trans-culturali.
Il metodo trae origine dalla teoria relazionale delle emozioni. Tra gli elementi  presi in considerazione (SCUOLA E FORAMAZIONE) e relativi approfondimenti , segnaliamo quelli più significativi:

    • i segnali verbali e non verbali (uomo/cavallo)
    • le dinamiche di gruppo / branco
    • il concetto di reversibilitàl’influenza dei modelli culturali
    • influenza delle emozioni nella relazione uomo/cavallo

TIZIANO BEDOSTRI
Istruttore FISE Discipline Olimpiche di II Livello, Tecnico di Equitazione di Campagna di III Livello FISE, Maitre Randonneur, Tecnico Endurance di III liv FISE, Tecnico Attività Ludica, Accompagnatore regionale di T.E., Guida Fitetrec/Ante, Presidente GAVA, Conduttore di Gruppo Metodo E.C.
IRENE BEDOSTRI
Istruttore FISE Discipline Olimpiche I Livello, Tecnico di Equitazione di Campagna di II liv. FISE, Tecnico Endurance di III liv Ingegnere Ambientale
GIORGIO BEDOSTRI
Tecnico di Equitazione di Campagna di I Livello FISE
DR. CORRADO COLOMBO
Medico Veterinario
NUBISTUDIO
Responsabile sito web
PIERA BARBONE
Insegnante, Segretaria dell’associazione, Conduttore di Gruppo Metodo E.C.
DR.SSA BENEDETTA NESTI
Medico Veterinario
DR. EMILIANO CARCAMIGIU
Medico Veterinario
ROBERTO STAGNI
Maniscalco

L’associazione inoltre si avvale della collaborazione di:
– Accompagnatori regionali di Turismo Equestre
– Guide naturalistiche
– Guide turistiche

LA SVOLTA – L’APPENNINO MODENESE

NUOVE AREE PROFESSIONALI

All’inizio del 2008 l’associazione apre una nuova sede nell’Appennino Modenese, a Polinago, trasferendovi la propria attività stanziale e qui… comincia una nuova avventura! Il sodalizio prende la nuova denominazione: Gruppo Attacchi Valle d’Aosta – Appennino Modenese e le attività istituzionali proposte riscuotono immediatamente consensi e adesioni da parte della popolazione locale. Nuova linfa vitale viene da un numero di adesioni associative inaspettate. Le Guide e i Tecnici si impegnano immediatamente nell’esplorazione del territorio circostante con l’intento di realizzare una rete sentieristica che consenta di sviluppare il turismo equestre e, in generale, l’equitazione di campagna. Il contesto appenninico rivela un ambiente antropico dalle enormi potenzialità, grazie alle proprie peculiarità ambientali, storiche e culturali. Impegno, passione e dedizione consentono di realizzare, nel corso dei primi due anni, circa 1.000 Km di percorsi fruibili con equini, sia nell’area del Frignano che nelle regioni circostanti, tra le varie iniziative realizzate spicca il viaggio a cavallo di sei giorni, in prevalenza lungo la dorsale appenninica: “Dal Monte Cimone alle Cinque Terre”.

 

Qualità e professionalità sono concetti ai quali il GAVA-AM si è sempre ispirato investendo risorse nella formazione continua dei propri collaboratori, oltre ad avere una particolare attenzione all’evoluzione che inevitabilmente subiscono col passare del tempo le varie professioni, ivi comprese quelle dell’equitazione. In quest’ottica ha accolto presso la propria sede Irene Bedostri, quale tirocinante in occasione della stesura della tesi di laurea in Ingegneria ambientale, presso l’Università di Modena, su “Mappatura GPS e individuazione di siti di interesse culturale nell’ippovia: “Il Ponte d’Ercole tra torri e castelli””. I contenuti esposti nella tesi in questione e le conseguenti piattaforme realizzate rappresentano un momento innovativo per la mappatura e restituzione su cartografia di una porzione di territorio, offrendo agli operatori del settore nuovi strumenti operativi. Il sistema può essere utilizzato anche in altri ambiti.

CONSIGLIO DIRETTIVO

Presidente

Tiziano Bedostri

Vice Presidente

 Irene Bedostri

Segretario

Piera Barbone

Rappresentante dei Tecnici

Irene Bedostri

Rappresentante degli Atleti

Giorgio Bedostri

Consiglieri

Barbone Piera, Bedostri Irene, Bedostri Giorgio

Ricordiamo con gratitudine:

Presidente Onorario dalla fondazione

Davide Felice Aondio

 

L’associazione affiliata alla FISE opera nel settore :
– Discipline olimpiche
– Equitazione di campagna
– Attività ludica
– Attacchi
– Pony
– Riabilitazione Equestre