E’ PASSATO UN MESE…

/, News/E’ PASSATO UN MESE…

E’ PASSATO UN MESE…

E’ passato un mese, è ora che torni in “società”!

Da quando è mancato Tiziano non ho più letto un giornale o guardato la televisione, non per chiudermi in me stessa, ma per completare molte situazioni in sospeso, come era nel nostro stile, gli impegni vanno portati a termine.

Non ci crederete ma Vi ho pensato tanto, agli amici reali, quelli virtuali e anche a quelli che non conosco ma che sento vicini, ai parenti, ai professionisti a tutti voi, voglio scrivere e raccontarmi, parlare un po’ di Tiziano, che non mi ha mai lasciato e mi segue in tutto e sono sicura che sta proteggendo anche voi.

Molti mi chiedono o mi mandano segnali di richiesta d’informazioni, per questo scrivo per aggiornarvi.

Il 12 giugno, sono partiti gli ultimi cavalli e ho chiuso il maneggio.

Proprio così avete capito bene!

Tiziano era il motore e l’anima di questo sito, mi sono trovata da sola, come molti sanno, io non vado a cavallo, mia figlia Irene ha il suo lavoro e voglio lasciarla in pace nella sua dolce attesa nel vivere questa nuova e bella dimensione, mio figlio Giorgio ha il suo lavoro, è chiaro che da sola non potevo continuare in un’attività molto impegnativa, materialmente, organizzativamente e psicologicamente.

Ringrazio tutte le persone che mi hanno aiutato e ancora mi aiutano nella gestione di questo passaggio importante, i cavalli/pony fortunatamente sono stati ricollocati tutti in ottime posizioni, sono da individui responsabili e che li amano, sistemati in luoghi condivisi anche da Tiziano.

Questo è stato un grosso impegno, ma già dai primi giorni ho dovuto affrontare (direi anche violentemente) la grande eredità morale lasciata da Tiziano, come avrebbe fatto lui, con senso di responsabilità, è emersa la necessità di svuotare le persone da ansie e paure nate da quel senso di abbandono che pervade tutti noi in forme diverse. E’ nata la necessità di trovare per tutti, una strada appropriata e individuare le soluzioni. Prima di tutto gli allievi della nostra scuola. Tiziano per tutto l’inverno aveva preparato, con scrupolo e attenzione un gruppetto di ragazzi che avrebbero dovuto partecipare alla prima gara di endurance a giugno, proprio nel paese dove è nato Cavola di Toano (RE). Abbiamo cercato una scuderia affidabile e stimata da Tiziano che portasse a termine questo impegno, ringrazio di cuore, Eleonora Gasparini e Greta, quest’ultima accompagnerà i ragazzi in gara.

Irene e Giorgio sono stati molto importanti, mi hanno aiutato sia fisicamente, che nelle fasi decisionali.

Sono emersi poi gli impegni assunti con le “Settimane a cavallo”, i clienti dei Grandi Viaggi come quello che doveva realizzarsi a luglio “ Appennino tra sogno e realtà”, le attività stanziali di lezioni e passeggiate presso il maneggio di Sestola e per ultimo, ma non meno importante, i centri equestri, i tecnici e la formazione avviata in federazione FITETREC-ANTE. Direi una grossa eredità! Non potevo dire niente, mi sono sentita in dovere di avviarli in luoghi appropriati, in fondo troverete i primi indirizzi.

Solo in questi momenti tragici, alle volte si prende consapevolezza di quanto una persona è guida, consigliere e animatore delle coscienze! Credo che lo schianto con cui ci ha lasciato, sia anche uno schianto per le nostre coscienze, dove io leggo che non possiamo lasciare dei “sospesi”!

Ho perso un compagno affettuoso e amorevole, un compagno di lavoro, un compagno di vita.

Tutta una vita professionale è evaporata (apparentemente) in un attimo!

Ecco che la nostra esistenza mi è passata davanti, come proiettata su un grande schermo.

Tiziano e Irene hanno iniziato la loro preparazione equestre presso la “Tenuta la Mandria” di Candelo, (Biella), è questa una grande azienda agricola e agrituristica con maneggio e scuola di equitazione, io amo definirla “ La casa madre” perché è in questo luogo, che padre e figlia, hanno acquisito i primi elementi tecnici equestri, hanno preso i brevetti d’istruzione e hanno svolto un percorso formativo molto importante, si può dire che è una scuola d’eccellenza. Il titolare era Davide Felice Aondio, che Tiziano ricorda nel seguente scritto quando è mancato: http://www.gruppoattacchivda.it/09032007-ultimo-saluto-al-presidente-onorario-del-gava/ .

Questo per dire che ci sono dei valori che sono indistruttibili che si tramandano di generazione in generazione e sopravvivono alla morte. Su questa base, Tiziano voleva creare un albo di scuole d’eccellenza, ne aveva individuate diverse in Italia! Davide Felice Aondio è stato uno dei soci fondatori della nostra società sportiva “ Gruppo Attacchi Valle d’Aosta”. Il G.A.V.A è nata sotto una buona stella, è simbolo di buona equitazione, ideata per divulgare le carrozze d’epoca è sempre stata un’associazione impostata da Tiziano con dei principi rigorosi di serietà, di rispetto del cavallo e del cavaliere, all’insegna della sicurezza (per sfatare l’idea che l’equitazione è uno sport pericoloso), sempre orientata alla divulgazione e conoscenza della cultura equestre è stata d’esempio per molti, ma soprattutto ha permesso a Tiziano di sviluppare il suo talento, la capacità di ascoltare il cavallo, quindi se stesso.

Non abbiamo mai avuto un maneggio di proprietà (ora dico per fortuna!), abbiamo iniziato quasi per gioco con un maneggio estivo ad Antey S. Andreé, poi quello stanziale di Pollein, poi è arrivato Morgex, poi Pila con Irene, quindi Polinago, ed ancora Dogato Delta del Po sempre Irene, ancora Frassinoro con Giorgio ed infine Sestola. In tutti questi luoghi abbiamo lavorato come muli, bonificando letteralmente i territori, ripulendo, verniciando, facendo manutenzioni, organizzando e strutturando maneggi sobri e di facile fruizione, ma soprattutto portando della buona equitazione, con lezioni dettagliate e passeggiate di ogni genere, molto spesso i clienti preferivano le lezioni alle passeggiate. Abbiamo avviato molti clienti all’equitazione che poi hanno continuato, questa pratica, nella loro città di residenza. Questo ci ha portato, indubbiamente dei buoni guadagni, ma soprattutto ad acquisire un bagaglio esperienziale enorme, (molto spesso Tiziano raccontava nei corsi alcuni aneddoti spiritosi). Sono state aperte nuove strade e percorsi a cavallo organizzando escursioni e viaggi ma soprattutto vivificando il territorio, come lui diceva “… la migliore manutenzione di un sentiero è la fruizione!” oltre ad un ritorno economico su tutto il comprensorio, è qui che è nato il turismo equestre sostenibile.

Il percorso formativo di Tiziano è nato in Ante, dove fra l’altro Davide Felice Aondio è stato uno dei soci fondatori, poi è proseguito in FISE diventando istruttore e acquisendo diversi titoli. In quest’ultima sede è nato il percorso agonistico suo e di tanti allievi. In entrambe le federazioni ha conosciuto uomini di cavalli di grande valore, ricchi d’umanità e di grande intelligenza, sono stati maestri e guide alla sua formazione.

Ora, dopo aver sistemato alcune (non poche) faccende famigliari, gestionali aprirò gli armadi, i cassetti e il computer di Tiziano, che è andato in frantumi, ma abbiamo salvato i dati! recupererò la miriade di scritti, articoli, programmi, relazioni, progetti realizzati o avviati, due libri in sospeso e soprattutto quel grande capitolo che lui amava tanto la formazione. Tiziano ed io, abbiamo svolto gli stessi studi formativi e abbiamo entrambi competenze progettuali psico – pedagogiche, quando scriveva dei programmi/ progetti me li sottoponeva e discutevamo insieme su eventuali correzioni e migliorie. L’esperienza degli ultimi due anni in FITETREC ANTE ha permesso di coniugare le sue grandi passioni, il cavallo, la natura, i viaggi e la formazione. Molto spesso quando tornava dai corsi nelle varie regioni Campania, Trentino, Puglia, Piemonte ecc. gli chiedevo “…come sono i percorsi?” e lui mi rispondeva “ … una meraviglia! L’Italia è stupenda!” e viveva con una certa frustrazione il fatto che la nostra bell’Italia non venisse valorizzata, sia da parte degli operatori che degli enti pubblici e privati.

Apriva sempre nuove strade, non solo a cavallo ma anche nella comunicazione che era il suo “ cavallo da battaglia” nei corsi, proponeva locandine, programmi, siti, foto, filmati. libri usava tutto per poter aprire al mondo la dimensione magica dell’equitazione.

Ha sempre sostenuto che la formazione è alla base di tutto, diceva sempre “ di buoni istruttori ce ne sono molti, di formatori pochi!” L’istruzione è semplicemente il trasferimento di conoscenze tecniche, la formazione considera l’uomo nel suo complesso intellettuale, culturale, emotivo, psicologico e spirituale. Sono un’ex insegnate e la questione tocca corde a me sensibile, credo che tutti noi non dobbiamo mai perdere la dimensione della crescita, dobbiamo pretendere corsi di formazione e di aggiornamento fatti bene, utili e proficui, deve esser un piacere parteciparvi, con gente che sappia parlare in pubblico e che sappia ascoltare i partecipanti, non le solite solfe, noiose, trite e ritrite che non servono a niente e a nessuno. Io credo che buona formazione, non è solo per la crescita personale ma è dovuta nei confronti di quell’essere meraviglioso che è il cavallo e la nostra bell’Italia.

Molti sono i segnali che ricevo di riconciliazione, parola tanto amata da Tiziano, anche perché il cavallo non conosce bandiere, ma sa ascoltare l’animo gentile, per questo è mia intenzione, confrontandomi con professionisti seri, non buttare via una vita di lavoro, ma piano piano divulgherò il lascito di Tiziano, scritti, articoli, esperienze o foto che fanno parte di un archivio infinito, ma anche quelle attività equestri dove Tiziano ha dato il suo contributo con l’avvio di progetti o programmi come il Trofeo Scuole Equitazione di Campagna o Turismo Equestre Sostenibile. Spero che tutto questo sia da stimolo allo sviluppo e crescita del mondo equestre, consiglierò ambienti guidati da persone competenti, affidabili e preparate.

Qui di seguito trovate alcuni indirizzi classificati per attività, seguiranno altri.

Concludo con una frase che ho letto “all’ultimo saluto a Tiziano” il 18 maggio presso la Chiesa di Montecreto:

“…vedo Tiziano come una cellula pulsante di un grande cuore che invia segnali a chi sa ASCOLTARE i messaggi d’AMORE”

Un abbraccio a tutti

Piera

 

SETTIMANE A CAVALLO

Tenuta la Mandria Candelo

PASSEGGIATE A CAVALLO

Associazione Equestre Terre del Panaro – Pierluigi 339/7842368

ATTIVITA’ STANZIALE DI SESTOLA

Rivolgersi ai Signori Tintorri

VIAGGI A CAVALLO

By | 2018-06-15T22:41:15+00:00 giugno 15th, 2018|2018, News|0 Comments